BENVENUTI

 

L’Associazione senza scopo di lucro “Brindisi e le Antiche Strade” nasce nel 2017 grazie a un gruppo di imprenditori, liberi professionisti, amministratori, storici e cultori della materia con la finalità di svolgere iniziative volte a far conoscere, tutelare, promuovere, valorizzare e coordinare gli itinerari, via terra e via mare, storici, letterari e culturali che nel passato hanno toccato la città di Brindisi ed il suo porto, nonché a promuovere iniziative volte alla valorizzazione degli aspetti storico-archeologici che interessano la città.
Presidente dell’Associazione è Rosy Barretta, armatore di Brindisi.

Ass. Brindisi e le Antiche Strade

Via Cirillo ,28

72100 Brindisi

Codice Fiscale: 91084290740

Info line: 388 113 0368

br.antichestrade@gmail.com

8 GIUGNO 2020,  

 

NASCE " LA RETA DI ACCOGLIENZA DEI PELLEGRINI"

 

 

 

 

8 Giugno 2020 - Nasce la "Rete di accoglienza dei Pellegrini"

seguici su facebook.....

 

 

 

 

Da Ottobre 2019 Brindisi è Città Francigena, aderendo all’Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF), grazie all’intervento dell’Associazione Brindisi e le Antiche Strade e del Consiglio Comunale. L`ingresso, o si potrebbe dire il riconoscimento, rafforza ancora di più il ruolo della nostra città come crocevia di rotte, percorsi e Cammini.

Il Dott. Antonio Melcore, ha partecipato in qualità di delegato dell’Associazione al tradizionale appuntamento a Monteriggioni, in provincia di Siena, dedicato alla settima edizione del Forum sulla Via Francigena “Comuni in Cammino”. Il forum annuale si è svolto nelle giornate del 31 Gennaio e del 1 febbraio nel Complesso monumentale di Abbadia Isola con il focus sul tema “Via Francigena. Work in progress”.

Il Forum è stato occasione di incontro tra istituzioni, associazioni e territorio. Le giornate si sono suddivise in vari momenti che hanno concesso alla platea di fare il punto sullo sviluppo della Via Francigena a partire dalla gestione e dalla governace del percorso, con un approfondimento sulle buone pratiche e l`accoglienza e di realizzare un confronto tra Comuni lungo la Via Francigena, sviluppando tavoli tematici e riflessioni sulle nuove strategie per la promozione del percorso e del territorio.
Numerosi i relatori di rilievo, come: Massimo Tedeschi, il Presidente di AEVF, Massimo Piacentini del MiBACT, Sandro Polci, Direttore del festival Europeo delle Francigene, Angelo Fabio Attolico della Regione Puglia, Eugenio Giani, Presidente del Consiglio regionale della Toscana o Giovanni Morozzo, Presidente di Slow Travel Fest e molti amministratori locali, Sindaci, Assessori dei Comuni aderenti alla Via Francigena che hanno portato all’attenzione di tutti l’impegno che le proprie comunità locali ed amministrazioni stanno mettendo in campo per valorizzare il percorso francigeno.

"Questi momenti sono molto importanti per costruire reti, relazioni e collaborazioni per importare il know how ed ispirare con le nostre buone pratiche…I Nuovi Pellegrini intraprendono i loro viaggi alla ricerca di un turismo di qualità, che offra loro una esperienza autentica del territorio.
Brindisi, per la sua posizione e per la sua storia ha un ruolo di fondamentale importanza lungo il tracciato, il modo di fare turismo e di viaggiare sta cambiando, così come la consapevolezza dei viaggiatori che decidono sempre di più di ripercorrere i grandi itinerari e cammini storcici, in un’ottica di turismo slow e sostenibile. Per gustare un’esperienza a 360° che affonda nelle radici nel tessuto culturale dove si è ospiti è necessario che il territorio sia preparato con servizi, accessibilità, ospitalità … Siamo al lavoro anche su questo" - Antonio Melcore, per Brindisi e le Antiche strade.

 

 

L'associazione

Brindisi e le antiche strade

Da Ottobre 2019 Brindisi è Città Francigena, aderendo all’Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF), grazie all’intervento dell’Associazione Brindisi e le Antiche Strade e del Consiglio Comunale. L`ingresso, o si potrebbe dire il riconoscimento, rafforza ancora di più il ruolo della nostra città come crocevia di rotte, percorsi e Cammini.

Il Dott. Antonio Melcore, ha partecipato in qualità di delegato dell’Associazione al tradizionale appuntamento a Monteriggioni, in provincia di Siena, dedicato alla settima edizione del Forum sulla Via Francigena “Comuni in Cammino”. Il forum annuale si è svolto nelle giornate del 31 Gennaio e del 1 febbraio nel Complesso monumentale di Abbadia Isola con il focus sul tema “Via Francigena. Work in progress”.

Il Forum è stato occasione di incontro tra istituzioni, associazioni e territorio. Le giornate si sono suddivise in vari momenti che hanno concesso alla platea di fare il punto sullo sviluppo della Via Francigena a partire dalla gestione e dalla governace del percorso, con un approfondimento sulle buone pratiche e l`accoglienza e di realizzare un confronto tra Comuni lungo la Via Francigena, sviluppando tavoli tematici e riflessioni sulle nuove strategie per la promozione del percorso e del territorio.
Numerosi i relatori di rilievo, come: Massimo Tedeschi, il Presidente di AEVF, Massimo Piacentini del MiBACT, Sandro Polci, Direttore del festival Europeo delle Francigene, Angelo Fabio Attolico della Regione Puglia, Eugenio Giani, Presidente del Consiglio regionale della Toscana o Giovanni Morozzo, Presidente di Slow Travel Fest e molti amministratori locali, Sindaci, Assessori dei Comuni aderenti alla Via Francigena che hanno portato all’attenzione di tutti l’impegno che le proprie comunità locali ed amministrazioni stanno mettendo in campo per valorizzare il percorso francigeno.

"Questi momenti sono molto importanti per costruire reti, relazioni e collaborazioni per importare il know how ed ispirare con le nostre buone pratiche…I Nuovi Pellegrini intraprendono i loro viaggi alla ricerca di un turismo di qualità, che offra loro una esperienza autentica del territorio.
Brindisi, per la sua posizione e per la sua storia ha un ruolo di fondamentale importanza lungo il tracciato, il modo di fare turismo e di viaggiare sta cambiando, così come la consapevolezza dei viaggiatori che decidono sempre di più di ripercorrere i grandi itinerari e cammini storcici, in un’ottica di turismo slow e sostenibile. Per gustare un’esperienza a 360° che affonda nelle radici nel tessuto culturale dove si è ospiti è necessario che il territorio sia preparato con servizi, accessibilità, ospitalità … Siamo al lavoro anche su questo" - Antonio Melcore, per Brindisi e le Antiche strade.

 

 

L'associazione

Brindisi e le antiche strade

Nasce la “Rete di accoglienza dei Pellegrini”, rilanciamo Brindisi come crocevia di: Rotte, Percorsi e Cammini.

Nella giornata di oggi, 8 Giugno 2020, presso la Sala Mario Marino Guadalupi del Comune di Brindisi, l’Associazione Brindisi e le Antiche Strade, in sintonia con l’Amministrazione Comunale, in particolar modo con l’Assessore Oreste Pinto, con cui ha avviato un importante interlocuzione, ha dato il via alla creazione della "Rete di accoglienza dei Pellegrini", al fine di poter creare un movimento strutturato che possa offrire un ventaglio di opportunità ed ospitalità ai pellegrini che raggiungono la nostra amata città, che è crocevia di rotte, percorsi e cammini. Basti pensare alla Via Appia, Alla Via Francigena, alla Via Ellenica del Cammino Materano, al Cammino del Mare etc, la nostra città per storia e geografia si trova nel punto ideale che incrocia le antiche strade e che diventa porta naturale per raggiungere l’oriente.

Presenti all’incontro la Presidente dell’Associazione “Brindisi e le Antiche Strade”, Rosy Barretta ed Antonio Melcore, referente per la stessa per i Cammini ed Itinerari Culturali, l’Assessore alle attività Produttive ed al Marketing Territoriale Oreste Pinto, Il Direttore della CNA Brindisi Sonia Rubini, Il Presidente del B&B Network Brindisi (Rete che unisce diversi proprietari di Bed and Breakfast), Giuseppe Albertini, Il Direttoredi Confartigianato BrindisiRino Piscopiello, il referente della nascente realtà che riunirà i ristoratori brindisiniCosimo Alfarano e il funzionario  del Settore Beni Monumentali del Comune di Brindisi, Antonella Grassi. Presenti anche “Il B&B Antica Masseria Cillarese” con Fulvia Belsito e “l’Hospitale del Turista” ed il “B&B Mare Nostrum” con Fabrizio Di Rienzo.

Inoltre hanno dato disponibilità ad aderire i ristoratori: Fabrizio Tregua del ristorante “Al Pontile”Ernesto Palma del ristorante “La Sciabica”, che sin da subito hanno sposato il progetto.

Importante anche l’adesione di realtà del mondo vitivinicolo del nostro territorio come: Tenute Rubino con Luigi Rubino e Romina Leopardi e Tenute Lu Spada con Carmine Dipietrangelo.

Ha mostrato interesse anche Federalberghi con il Presidente Pierangelo Argentieri.

L'occasione di questa mattina ci è stata utile per cercare di creare un coordinamento, guidato dalla nostra Associazione "Brindisi e le Antiche Strade”, che grazie al coinvolgimento dell'Amministrazione Comunale e delle realtà del settore, cerchi di strutturare una "Rete di accoglienza dei Pellegrini" puntando sul Turismo Slow ed Esperienziale, coinvolgendo ciò che ruota intorno all'enogastronomia e all'artigianato locale, allargando le proposte di accoglienza con nuove strutture ricettive ed attività da poter proporre ai "novelli pellegrini".

Nel corso dell’incontro grazie, all’interlocuzione positiva, si sono lanciate idee e proposte, così come è stato possibile condividere pareri e far presenti alcune criticità. Tutti i presenti hanno apprezzato la visione del progetto e l’idea della rete di accoglienza.

L’Associazione “Brindisi e le Antiche Strade” si è offerta anche di poter ospitare i futuri incontri presso l’Ex Convento delle Scuole Pie, negli spazi assegnati in gestione, nell’abito del programma “Riusa Brindisi” e di elaborare momenti progettuali, di proposta e di realizzazione di eventi, che in maniera coordinata con le varie realtà esaltino le eccellenze del territorio fornendo ai “Pellegrini”, ai turisti ed ai cittadini in generale ciò che di bello la nostra città può offrire.

Chiunque volesse aderire alla “Rete di accoglienza dei Pellegrini” può comunicarcelo alla mail: br.antichestrade@gmail.com o contattare il referente dei cammini 3881130368.

Siamo certi che il percorso che abbiamo avviato nell'incontro di oggi, grazie anche alla disponibilità dell'Amministrazione Comunale e dell'Assessore Oreste Pinto, così come degli interlocutori che hanno accolto e valutato positivamente la bontà del progetto, sarà utile per la ripresa economica del settore e per il rilancio della nostra città puntando su un tipo diverso di Turismo, valorizzando quelle che sono le eccellenze locali e l'ospitalità della città.

VIDEO INTERVISTA realizzata da Studio100 

ad Antonio Melcore, Referente Cammini ed Itinerari Culturali - Brindisi e le Antiche Strade.

 

INTERVISTA RADIOFONICA realizzata da Idea Radio 

ad Antonio Melcore, Referente Cammini ed Itinerari Culturali - Brindisi e le Antiche Strade.