Ass. Brindisi e le Antiche Strade

Via Cirillo ,28

72100 Brindisi

Codice Fiscale: 91084290740

Info line: 388 113 0368

br.antichestrade@gmail.com

maggio 2020

 

Come Brindisi e le Antiche Strade, siamo lieti di condividere con voi questi approfondimenti sui Cammini ed Itinerari storici e culturali.


Esperti del settore, camminatori, scrittori raccontano le bellezze, le curiosità ed i progetti intorno a questo settore dello "Slow Tourism - il turismo Lento".


Dalla Via Francigena al Cammino Materano, passando anche per esperienze personali, ricette e racconti.


Buona visione

 

 

 

seguici su facebook.....

 

 

 

 

Con Andrea Vismara autore del "Ricettario del Pellegrino"

 

Il Cammino Materano_Con Giacomo Postinghel_autore del libro Cammina e non correre

 

La Via Francigena dal Passo del Gran San Bernardo a Roma con Andrea Devicenzi_atleta paralimpico e grande camminatore

 

La Via Francigena del Sud

 

La Via Francigena nel Sud. Il Salento da Brindisi a Santa Maria di Leuca

 

Racconti dal Cammino Materano

 

Racconti di Pellegrini e Camminatori

 

BENVENUTI

 

L’Associazione senza scopo di lucro “Brindisi e le Antiche Strade” nasce nel 2017 grazie a un gruppo di imprenditori, liberi professionisti, amministratori, storici e cultori della materia con la finalità di svolgere iniziative volte a far conoscere, tutelare, promuovere, valorizzare e coordinare gli itinerari, via terra e via mare, storici, letterari e culturali che nel passato hanno toccato la città di Brindisi ed il suo porto, nonché a promuovere iniziative volte alla valorizzazione degli aspetti storico-archeologici che interessano la città.
Presidente dell’Associazione è Rosy Barretta, armatore di Brindisi.

Brindisi e le Antiche Strade: Tra accoglienza ed ospitalità, giungono a Brindisi i primi pellegrini lungo la Via Ellenica
 

Con la riapertura delle frontiere nazionali ed internazionali e l’allentamento di numerose restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria da covid-19, ripartono anche i percorsi e i cammini dei moderni Pellegrini. 

Angelo Annibali e Ciro Manica, originari del tarantino e membri del CAI di Gioia del Colle e che hanno già percorso il Cammino di Santiago, sono i primi pellegrini che il 15 Giugno 2020 hanno deciso di percorrere la “Via Ellenica” del Cammino Materano partendo da Brindisi lungo un percorso di circa 380 Km in direzione di Matera, con 15 tappe. Itinerario nato nel 2015 a cui ha contribuito progettualmente il Dott. Angelo Fabio Attolico, del Dipartimento Turismo e territorio della Regione Puglia.

Il loro sarà un cammino che valorizza a pieno la bellezza del nostro paese tra i paesaggi tipici del Sud, tra le nostre campagne, tra gli ulivi secolari, la nostra costa, i campi di grano, i muretti a secco per poi facendo tappa tra i siti UNESCO dei Trulli di Alberobello e dei Sassi di Matera.

Primo Pitstop il Tempietto di San Giovanni al Sepolcro,  meta già dall’antichità verso il XI secolo,  del pellegrinaggio verso la Terra Santa, riaperto al pubblico proprio a partire dal 15 Giugno, dove i Pellegrini sono stati accolti dallo staff dell’Associazione Brindisi e le Antiche Strade, in particolare dal dott. Antonio Melcore, referente per la stessa dei Percorsi e Cammini culturali e dalla preziosa ed autorevole presenza della Console Onoraria di Grecia in Terra di Brindisi, Lecce e Taranto avv. Antonella Mastropaolo, e da Angelo De Luca e Bernardi Luigina della Multiservizi, nonché da Paolo Melcore, responsabile della Logistica per l’associazione. Ai due pellegrini non è mancato anche un saluto particolare, da parte della presidente dell’Associazione Rosy Barretta, che in collegamento telefonico ha augurato “Buon Cammino” ai nostri ospiti.

Occasione per far conoscere ai due Pellegrini della via Ellenica, uno dei gioielli più preziosi della nostra città, conosciuto anche oltre i confini. In questo luogo entrambi, hanno potuto timbrare le proprie credenziali del Pellegrino, con l’apposito timbro della tappa brindisina, che raffigura la testa di un cervo sormontata dalla scritta “Brunda”.

E come gli antichi pellegrini si è seguito il percorso che da San Giovanni al che conduce sino a sotto le Colonne Romane terminali della Via Appia e che affacciano sul nostro antico porto che era il principale per la partenza verso l’oriente.

Da qui, i nostri pellegrini hanno attraversato il mare a bordo della motobarca, giungendo infine sull’altra sponda del porto giungendo poi presso la Chiesa di Santa Maria del Casale del XIII secolo, altra sosta dovuta per chi percorre gli itinerari ed i cammini culturali in terra di Brindisi. Presso il luogo che ha ospitato la commissione giudicatrice del processo ai Cavalieri Templari.  I pellegrini sono stati seguiti sempre dallo staff dell’associazione ed hanno potuto conoscere e visitare il luogo timbrando in loco un altro pezzo della tappa del tratto brindisino.

L’accoglienza e l’ospitalità brindisina hanno colto molto positivamente i due pellegrini, che sono rimasti molto colpiti ed entusiasti dell’energia positiva e della passione che hanno incontrato. A Brindisi i Pellegrini sono ben accetti e questo riscoperto turismo slow è sicuramente una forza potenziale per valorizzare sotto il profilo economico, sociale e culturale il nostro territorio.

Lo dimostra anche la nascente “Rete di Accoglienza dei Pellegrini”, lanciata e coordinata dalla stessa Associazione Brindisi e le Antiche strade, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e l’Assessore Oreste Pinto. Un’iniziativa di marketing territoriale che promuove il turismo lento ed esperenziale nell’ottica dell’accoglienza dei pellegrini, capace di mettere insieme strutture ricettive, ristorative e artigianali. “La nostra realtà è ora più che mai punto di riferimento per tutti coloro che percorrono i Percorsi ed i Cammini culturali” – Antonio Melcore in riferimento del successo riscontrato dall’iniziativa  dal progetto.
Con la nascita anche del Centro Servizi Culturali “L’Accademia degli Erranti” che avrà sede presso il 1°Piano del complesso monumentale delle Scuole Pie, grazie al bando “Riusa Brindisi” vinto dalla nostra associazione, i pellegrini avranno inoltre una struttura ben organizzata come riferimento visibile e costante dell’accoglienza.

I pellegrini Ciro e Angelo hanno inaugurato la stagione dei cammini, ora non ci rimane altro da fare che attendere i prossimi Pellegrini, in questo continuo scambio di cultura, storia e storie.

GIUGNO 2020